Questo sito utilizza cookie tecnici propri. Se continui nella navigazione, clicchi su un elemento della pagina oppure clicchi sul pulsante OK, accetto i cookie, implicitamente accetti il loro utilizzo. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ai cookie clicca sul pulsante Maggiori informazioni

 

Cambridge Exam Centre

         

Orientamento e Open day

Open day

Certificazioni informatiche

ccc 

eTwinning

etw
Referente: Grazia Del Tito
(Ambasciatore eTwinning Lazio)

Membro UNESCO

Alternanza scuola lavoro

         Alternanza scuola lavoro

Progetti Chimica a.s 2015-16

chimica chimica2

APP Android ITCG E.Fermi

Cliccando sul logo è possibile accedere alla pagina per scaricare l'App Android

app

Certificazione lingua Italiana A2

In collaborazione con:
cvcl

Consulta le informazioni.

Download verbali - solo per i docenti (per poter effettuare il download dei verbali è necessario effettuare il login, per poter accedere alla apposita funzione dal menu Servizi Docenti----->Download verbali C.d.d)

COLLEGIO DOCENTI ( Art. 7 D. Lgs. 16/04/1994, n. 297)

COMPOSIZIONE E CONVOCAZIONE

Il collegio docenti è composto dal personadocente di ruolo e non di ruolo in servizio nell'istituto e dai docenti di sostegno. E' presieduto dal dirigente scolastico si insedia all'inizio di ogni anno e si riunisce ogni qualvolta il D.S. ne ravvisi la necessità o quando ne faccia richiesta almeno un terzo dei suoi componenti. Le riunioni del Collegio hanno luogo durante l'orario di servizio in ore non coincidenti con l'orario di lezione. Le funzioni di segretario del Collegio sono attribuite dal D.S. ad uno dei suoi collaboratori. La convocazione deve avvenire almeno cinque giorni prima della data stabilita con circolare del D.S. nella quale devono essere specificati in maniera chiara i punti all'ordine del giorno, l'inizio ed il termine della seduta. La mancanza di una regolare convocazione, pur in presenza del numero legale, potrà invalidare la riunione. Eventuali argomenti non esplicitamente inseriti nell'o.d.g. possono essere presi in esame solo se alla seduta presenziano tutti i membri in carica e se tutti concordano sull'opportunità dell'integrazione ( Consiglio di Stato sez. V 679/1970 ). Ogni modifica dell'ordine di trattazione dei punti da prendere in esame va deliberata dal Collegio stesso.

VALIDITA' DELLE ADUNANZE E DELLE DELIBERAZIONI

Il Presidente ha il dovere di garantire il rispetto delle norme che regolano la costituzione e lo svolgimento dell'assemblea. Per la validità delle adunanze è richiesto il quorum strutturale (metà più uno dei membri in carica). Per la validità delle deliberazioni è richiesto il quorum funzionale (metà più uno dei voti validamente espressi) A tal fine, quindi, non si tiene conto degli astenuti. In caso di parità prevale il voto del presidente, ma solo in presenza di votazioni palesi. La votazione è segreta solo quando si faccia questione di persone (art.28 DPR 416/74). Il verbale del Collegio dei Docenti attesta l'effettivo svolgimento della riunione e l'adozione delle delibere; esso dovrà essere letto ed approvato non più tardi del Collegio successivo. In tale occasione è possibile apportare modifiche e precisazioni. Ogni membro del Collegio, ai sensi della legge 241/90 può chiedere al D.S. di visionare il verbale anche non approvato, purché questo rechi le firme del segretario e del D.S..

COMPETENZE

Le funzioni del collegio dei docenti sono definite dall'art.7 del D.Lgs. 297/94, con le integrazioni previste dal D.P.R.n.275/99, recante norme in materia di autonomia delle istituzioni scolastiche, e dal CCNL 2003-2005: Ha potere deliberante in materia di funzionamento didattico dell'istituto; Elabora il POF adattandone l'articolazione alle differenziate esigenze degli alunni e tenendo conto del contesto socio-economico di riferimento; Formula proposte al D.S. per la formazione, la composizione delle classi, per la formulazione dell'orario delle lezioni e per lo svolgimento delle altre attività scolastiche; Delibera la suddivisione dell'anno scolastico in due o tre periodi; Provvede all'adozione dei libri di testo, sentito il parere dei consigli di classe; Propone le modalità ed i criteri per lo svolgimento dei rapporti con le famiglie (art. 27, com. 4 del CC.NL.); Adotta e promuove iniziative di sperimentazione; Promuove iniziative di aggiornamento simple design dei docenti; Elegge i docenti che fanno parte del Comitato di valutazione del servizio del personale docente e quelli che fanno parte della Commissione elettorale; Programma ed attua iniziative per il sostegno degli alunni portatori di handicap; Delibera in merito al piano annuale delle attività predisposto dal D.S. prima dell'inizio delle lezioni (art. 26, com. 4 del CC.NL.); Delibera in merito alle funzioni strumentali definendone criteri di attribuzione, numero e destinatari (art. 30 CCNL); Attua, su proposta dei consigli di classe, gli interventi di sostegno e di recupero per gli studenti; Elegge i rappresentanti dei docenti nell'Organo di Garanzia.

REGOLAMENTAZIONE DELLE SEDUTE DEL COLLEGIO DEI DOCENTI

Chiunque voglia intervenire nella discussione di ciascun punto all'o.d.g. si deve iscrivere a parlare presso il segretario dell'assemblea; la parola verrà data dal Presidente secondo l'ordine di iscrizione ; Ogni intervento non può superare il tempo massimo di 5 minuti; scaduto il tempo, il Presidente può togliere la parola dopo aver ripetuto per due volte l'invito a concludere; Ogni membro del collegio che sia già intervenuto nella discussione, ha diritto di replica per una sola volta per ciascun punto all'ordine del giorno; Le presenze dei membri del Collegio vengono prese all'inizio della seduta per appello nominale; Ogni membro del collegio è obbligato alla presenza in aula per tutta la durata prevista; qualora abbia necessità di allontanarsi prima della fine della seduta, deve comunicarlo al Presidente che lo deve autorizzare. Qualora i tempi dovessero superare l'orario previsto, il Presidente può chiedere all'assemblea di prolungare la seduta, ma tale delibera deve essere presa all'unanimità; in caso contrario verrà aggiornata in data da comunicare con le stesse modalità della prima convocazione; I punti all'o.d.g. della seduta aggiornata che non sono stati trattati, devono essere inseriti per primi nella seduta successiva; Allo scadere del tempo previsto i membri possono lasciare l'aula dopo che la presidenza ha effettuato la verifica delle presenze. Si consiglia, al fine di snellire le procedure di svolgimento del Collegio, di preparare in anticipo e per iscritto le proposte relative ai vari punti all'ordine del giorno (magari sottoscritte da più colleghi) che verranno presentate al Presidente del Collegio nel momento della discussione del punto che interessa.

Cerca nel sito

Amministrazione trasparente AVCP

Amministraz. e negoziazione

Sicurezza sul lavoro

Progetti: presente e passato

Login

La chiave segreta è necessaria solo per chi ha ha abilitato Google Authenticator.

Chi è on line?

Abbiamo 99 visitatori e nessun utente online

Contatti | Invia una mail

ITCG Enrico Fermi  - Via Acquaregna, 112     00019 Tivoli (RM). Tel. 06121126985 oppure 06121126986   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

CF. 86000020585  - Distretto scolastico 34

Copyright © 2014. All Rights Reserved.